20 dic

DestrutturArte: percorsi di inclusione sociale per persone con disabilità psico-fisica

immagine_coordinata

Step4Inclusion promuove il progetto “DestrutturArte”, sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese, finalizzato a promuovere l’inclusione sociale delle persone con disabilità psico-fisica nella comunità in cui vivono, attraverso attività artistiche in un “Atelier di libera espressione”.

L’approccio utilizzato enfatizza l’interdipendenza tra produzione artistica, rafforzamento identitario e inclusione sociale, considerando gli artisti con disabilità al pari di altri autori, e affrancandoli dal limitante aggettivo “disabile”. Il progetto promuove un processo di deistituzionalizzazione e inclusione sociale delle persone con disabilità attraverso l’arte come codice condiviso, promuovendo una riflessione sui concetti di Abilitazione e Ri-abilitazione delle persone con disabilità (Convenzione internazionale sui diritti delle persone con disabilità) e il loro diritto di partecipare alla vita culturale e all’espressività personale.

DestrutturArte prevede l’attivazione di un atelier di libera espressione artistica destinato ad adulti con disabilità e non, che si configura come luogo con dinamiche proprie capace di favorire le relazioni interpersonali e ponte fra i partecipanti e la comunità. Partecipano all’Atelier 15 persone adulte con disabilità psichica e fisica e persone senza disabilità. I partecipanti sono identificati in collaborazione con i partner di progetto, in particolare il Comitato Nuovo Nobel per i Disabili, il Bar Senza Nome e l’Istituto Artistico “F. Arcangeli”. L’Atelier, realizzato presso l’Istituto Artistico “F. Arcangeli” di Bologna, ha durata da febbraio a giugno 2016 ed è strutturato in due incontri pomeridiani a settimana, della durata di 3 ore ognuno.

Al termine del percorso artistico, le opere dei partecipanti all’Atelier e il progetto fotografico finanziato attraverso un bando appositamente pubblicato andranno a costituire un’esposizione itinerante su territorio nazionale finalizzata alla sensibilizzazione della cittadinanza sui temi trattati e alla promozione professionale degli artisti partecipanti all’Atelier. L’azione di sensibilizzazione diretta alla cittadinanza prevederà inoltre la realizzazione di due eventi di sensibilizzazione.

Una commissione istituita ad hoc valuterà le opere realizzate nel corso dell’Atelier, per individuare i partecipanti con maggiore potenziale artistico, che saranno supportati da consulenze in ambito professionale e messi in relazione con enti creativi/artistici territoriali, promuovendo così la messa in rete di differenti enti e un processo di inclusione sociale della persona con disabilità attraverso il riconoscimento delle sue competenze artistiche.

 

Fasi e modalità di realizzazione del progetto:

I – Identificazione dei beneficiari e call per la realizzazione del progetto fotografico (gennaio 2015)
II – Avvio dell’atelier artistico e del progetto fotografico (febbraio – giugno 2016)
III – Identificazione delle opere che costituiranno l’esposizione itinerante, selezione da parte della commissione esterna degli artisti che beneficeranno di consulenze volte alla loro promozione in ambito lavorativo (luglio 2015)
IV – Realizzazione di almeno 2 eventi pubblici di sensibilizzazione aperti alla cittadinanza e almeno 3 esposizioni (settembre – novembre 2016)

 

Per informazioni e per partecipare: info@step4inclusion.org